Gli strumenti del barman: come si prepara un cocktail prefetto

Per poter preparare un cocktail alla perfezione, servono alcuni strumenti, tipici del barman. Quando si ordina un cocktail al pub, si può assistere alle mosse del barman che miscela con cura i diversi ingredienti per creare un drink perfetto.

Lo shaker. Il primo e più famoso strumento del barman è lo shaker. Immancabile in ogni pub e bar che si rispetto, lo shaker è lo strumento che serve per amalgamare tutti gli ingredienti del drink da preparare. Deve esser realizzato in acciaio inox per non alterare il gusto degli ingredienti. Si compone di tre parti: il bicchiere allungato dove vanno versati i liquori, succhi, distillati, ghiaccio etc. sopra va messo il tappo forato che consente di versare il preparato direttamente nel bicchiere. Il tappo però spesso viene chiuso per poter miscelare gli ingredienti energicamente. Al posto del bicchiere in inox dello shaker, alcuni cocktail possono esser preparati e miscelati direttamente nel bicchiere.

Il mixing glass. Per miscelare tra loro i diversi ingredienti di un drink, senza però shakerarli, si usa questo mixing glass, si presenta come un bicchiere che ha un piccolo beccuccio in cima per versare il preparato nel bicchiere con cui deve esser servito. In alcuni casi, si usa solo per raffreddare la bevanda. Si riempie di ghiaccio, si versano gli ingredienti e poi si versa nel bicchiere, trattenendo il ghiaccio dentro il mixing glass.

Lo stir. Prende il nome di stir, quel lungo cucchiaio che spesso si vede dietro al bancone del barman. È lo strumento ideale che si usa per miscelare gli ingredienti di un cocktail direttamente nel bicchiere in cui verrà poi servito.

Lo strainer. Questo particolare strumento non è che una sorta di colino dalla forma particolare. Si sua per versare il cocktail nella coppa in cui va servito, trattenendo il ghiaccio usato per raffreddare gli ingredienti versati. Spesso si usa in abbinamento con il mixing glass.

Per avere ulteriori dettagli, clicca qui www.deliriumcaferoma.com