Quali sono gli anelli di fidanzamento più belli?

Ci sono diversi anelli con cui è possibile chiedere la mano della propria amata: le fedine, i solitari oppure i trilogy. È importante conoscere bene la differenza per avere l’anello migliore che possa esser simbolo dell’unione tra due persone che si amano e intendono sposarsi.

La fedina. La fedina, detta anche veretta, è un tipo di anello che si usava più un passato per il fidanzamento. Si tratta di un piccolo cerchietto in metallo prezioso che veniva poi sostituto dalla fede vera e propria. Oggi si usa meno questo tipologia preferendo degli anelli più decorati.

Il solitario. Forse è l’anello più diffuso e utilizzato per celebrare un fidanzamento. Si chiama in questo modo perché c’è un solo diamante solitario che decora il cerchio in metallo prezioso: oro, argento o anche leghe come oro bianco e rosa. Il solitario è un anello che può, ovviamente, essere personalizzato secondo il proprio gusto in maniera da avere un pezzo unico studiato appositamente per la futura sposa. Grazie a un laboratorio orafo specializzato in anelli, è possibile ordinare un solitario che viene disegnato appositamente per l’occasione, che diventa ancora più speciale. Dopo il matrimonio, la sposa porta due anelli: quello di fidanzamento e la fede.

Il trilogy. L’anello in assoluto più spettacolare per celebrare il fidanzamento è il trilogy. È un cerchio in metallo prezioso decorato con tre brillanti. Possono esser tutti e tre diamanti oppure si può richiedere un anello personalizzato che vien creato in base alle richieste. Alcuni optano per un anello con un diamante al centro e altre pietre preziose ai lati. Data la preziosità di questo speciale anello di fidanzamento, non viene sostituto dalla fede ma la sposa porta entrambi gli anelli. La posizione dell’anello di fidanzamento è a scelta: può esser portato sull’anulare della mano sinistra con la fede oppure su un altro dito, spesso l’anulare dell’altra mano.

Per maggiori dettagli sui lavori orafi personalizzati, clicca qui www.rensiweb.com