Il medico del lavoro: chi è e di cosa si occupa

Ne è passato davvero tanto di tempo da quando, nell’Inghilterra di fine Ottocento, si sono diffuse le prime fabbriche con la nascita di quella che poteva essere considerata come la versione primordiale della moderna industrializzazione.

A quell’epoca le campagne si spopolarono perché sempre più grandi masse di contadini decisero di tentare la fortuna in città per trovare lavoro come operai nelle allora moderne fabbriche. Questo evento segnò dunque la nascita di una nuova classe sociale, quella dell’operaio, e di tutta quella che fu la lotta per i suoi diritti e la sua identità politica, sociale e culturale.

Ma la modernità “esige” sempre il suo prezzo e non sono certo mancate le prime problematiche come, ad esempio, la nascita delle prime malattie professionali. Malattie che possono riguardare sia il fisico, come ad esempio l’esposizione a determinate sostanze, che la parte psicologica, condizioni di particolare stress, del lavoratore.

È poi proprio a partire da questa presa di coscienza che nella medicina si sviluppa un particolare tipo di branca che oggi è più comunemente conosciuta come medicina del lavoro! Ma come può essere utile al giorno d’oggi un medico del lavoro e come mai è così indispensabile per l’azienda e per i dipendenti? Scopriamolo assieme proseguendo con la lettura!

Il medico del lavoro ed il suo ruolo nelle aziende di oggi

Se fossimo in un mondo di macchine e basta allora sarebbero necessari solo dei tecnici riparatori, ma le interazioni umane sono molto più complesse e fragili di quello che possono sembrare, soprattutto in campo lavorativo.

Stress mentale e fisico, sviluppo di allergie, problemi di varia natura e così via possono manifestarsi durante il corso professionale di un lavoratore ed è proprio per prevenire, diagnosticare e curare questi problemi che scende in campo la figura del medico del lavoro.

Una figura altamente specializzata e competente che viene assunta per l’occasione, può anche rimanere a tempo indeterminato nell’organico, dal datore di lavoro oppure che interviene direttamente nell’azienda grazie alle apposite convenzioni che vengono sviluppate.

Il medico del lavoro è dunque in grado di riconoscere i sintomi e prescrivere le cure in caso di esposizione a particolari sostanze, gas, radiazioni, virus e batteri senza però scordare, e qui ritorna il nostro essere umani, che anche la mente può risultare affaticata dallo stress e andare ad influire negativamente sul rendimento lavorativo del dipendente.

Medico del lavoro a Milano: ecco chi chiamare!

La capitale lombarda è un perfetto esempio di città industrializzata dove occorre una figura come questa. Se cercate dunque un medico del lavoro Milano, allora il dottor Augusto Bastianello è il professionista giusto al quale dovete rivolgervi!

Con un’esperienza ventennale nel campo e decine di interventi, che passano anche per i numerosi corsi di  aggiornamento e percorsi di formazione sulle norme antincendio e di primo soccorso, il dottor Bastianello è un medico del lavoro affermato e caldamente raccomandato da decine di datori di lavoro e dipendenti.

Il dottor Augusto Bastianello è inoltre attivo, oltre che nella zona di Milano, anche in quella di Pordenone ed è sempre pronto ad intervenire ovunque ve ne sia bisogno!